PROTEUS: la stazione di ricerca subacquea per scoprire i misteri dei mari

L’esplorazione e l’indagine dei mari è una delle grandi sfide dell’umanità, che presenta ancora migliaia di misteri e incognite. Per continuare la sua ricerca di risposte sotto il mare, Fabien Cousteau, nipote del famoso esploratore marittimo Jacques-Yves Cousteau, progetta di costruire una base sottomarina nelle acque al largo di Curaçao. Questo straordinario progetto, che sembra uscito da un romanzo di fantascienza, è noto come PROTEUS.

Questa base subacquea di ultima generazione è stata concepita da Fabien Cousteau per studiare la biologia marina, analizzare il comportamento degli elementi chimici all’interno degli oceani e comprendere meglio i processi fisici che spiegano le dinamiche degli oceani; il tutto con l’obiettivo finale di preservare gli oceani e proteggere le specie che lo abitano.

Il design di questo edificio sottomarino si ispira alla Stazione Spaziale Internazionale, poiché nel delinearlo è stato sottolineato che l’habitat dovrebbe consentire agli occupanti di trascorrere lunghi periodi di tempo sott’acqua in condizioni ottimali.

PROTEUS sarà situato in un’area di importante biodiversità, a circa 20 metri di profondità sulla costa di Curaçao e a soli 50 km dalla costa venezuelana. La struttura sarà la più moderna e la più grande del suo genere, con la capacità di ospitare 12 ricercatori.

L’edificio avrà due piani ed i suoi spazi saranno suddivisi in laboratori, camere da letto, bagni, magazzini e magazzini di supporto vitale. Inoltre, avrà una piscina lunare, un’apertura nel terreno che consentirà ai ricercatori di tuffarsi direttamente in mare per svolgere i propri studi.

Avrà anche spazi comuni essenziali per condurre una vita normale, come aree di lavoro condivise, cucina e sala da pranzo. Secondo i suoi progettisti, PROTEUS è stato progettato in modo che le persone possano trascorrere lunghi periodi di tempo nelle strutture con il massimo comfort possibile, nonostante l’isolamento sociale e la scarsa luce naturale disponibile.

Il progetto PROTEUS ha bisogno di 135 milioni di dollari per diventare una realtà, denaro che Fabien Cousteau sta cercando di raccogliere. Al di là della vistosità dell’idea, questa base sottomarina non è la prima nel suo genere. Attualmente ce ne sono in funzione quattro: sono tutte molto vecchie e non hanno le ultime tecnologie disponibili oggi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *