Una foglia artificiale converte la CO2 dall’aria in carburante

Un gruppo di ricercatori dell’Università dell’Illinois ha sviluppato un nuovo prototipo di foglia artificiale molto utile per combattere il riscaldamento globale.

Una foglia artificiale in grado di imitare il processo di fotosintesi delle piante. Proprio così. Lo stesso che le piante fanno durante il giorno per convertire l’anidride carbonica e la luce solare in materia organica.

Si tratta di una foglia artificiale, almeno 10 volte più efficiente di una foglia naturale, in grado di trasformare la CO2 dall’ambiente in combustibile.

Il progetto prevede il posizionamento di una foglia tradizionale artificiale all’interno di una capsula trasparente fatta di una membrana semipermeabile di resina di ammonio quaternario riempita d’ acqua.

La membrana consente all’acqua di evaporare quando viene riscaldata dalla luce solare. Quando l’acqua passa attraverso la membrana, rimuove selettivamente l’anidride carbonica dall’aria.

La foglia artificiale all’interno della capsula, è costituita da un leggero assorbitore e diversi catalizzatori in grado di trasformare la CO2 in monossido di carbonio. Questo composto può essere davvero utile nella creazione di alcuni combustibili sintetici. Come se ciò non bastasse, viene anche prodotto dell’ossigeno, che può essere raccolto o rilasciato nell’aria.

Secondo i calcoli dei ricercatori, un gruppo di 360 foglie artificiali (ciascuna di 1,7 metri  di lunghezza e 0,2 metri di larghezza), possono produrre circa mezza tonnellata di monossido di carbonio al giorno che potrebbe essere utilizzato come base per combustibili sintetici.

Inoltre, queste 360 foglie artificiali, che coprono una superficie di 500 metri quadrati, sono in grado di ridurre i livelli di biossido di carbonio del 10% nell’area circostante in un solo giorno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *