Una nuova tecnologia potrebbe migliorare il controllo degli insetti nel cotone

Una nuova peculiarità biotecnologica attualmente in fase di sviluppo potrebbe fornire un miglior controllo dei tripidi o tisanotteri e cimici nel cotone, secondo i ricercatori dell’Istituto di Agraria dell’Università del Tennessee.

La nuova tecnologia Bt (Bacillus thuringiensis), che è stata sviluppata da Monsanto, si riferisce comunemente al “Lygus trait” perché è stato originariamente sviluppato per  proteggere il cotone da insetti che ossidavano le piante (una specie di Lygus). Tuttavia, durante la sperimentazione sul campo, i ricercatori hanno anche osservato gli effetti dei danni causati dai tripidi. Gli insetti che ossidano le piante e i tripidi sono i due insetti più dannosi per la produzione di cotone nelle regioni meridionali.

“Le nostre valutazioni hanno dimostrato che questo Bt ha fornito una migliore protezione delle piante che la migliore strategia di controllo alternativa”, dice Scott Stewart, coordinatore della Gestione Integrata di parassiti con UTIA. “Questi risultati hanno entusiasmato parecchie persone”.

Colture con la caratteristica Bt, sono state modificate per produrre una proteina che aiuta la pianta a mitigare l’impatto di certi insetti, riducendo anche, allo stesso tempo, la necessità di utilizzo di insetticidi. In recenti valutazioni, il cotone Bt non trattato mostrava meno danni  da tripidi del cotone non caratterizzato Bt che aveva ricevuto sia un trattamento con insetticida delle sementi sia un’applicazione di insetticida sul fogliame. Ciò risultava vero sia in un test precoce sia tardivo.

Anche se questa nuova caratteristica non è disponibile in commercio, Stewart dice lo sviluppo di nuove misure di controllo degli insetti è particolarmente tempestiva. C’è una crescente resistenza dei tripidi ai trattamenti da insetticida alle sementi, e Temik, il vecchio insetticida standard per il controllo dei tripidi nel cotone, è stato ritirato dal mercato nel 2011.

“E’ una impressionante tecnologia, ed è importante per noi ora, perché stiamo avendo problemi nel trattamento delle sementi per il controllo dei tripidi”, dice Stewart. Egli aggiunge che approfondite valutazioni della nuova caratteristica Bt continueranno presso UT Centri di Ricerca e Formazione earch a Jackson e Milano, Tennessee.

Scott Graham, dottorando presso il Dipartimento UT di Entomologia e Patologia Vegetale ha presentato i risultati il 14 marzo durante il meeting annuale della Società Entomologica del America’s Southeastern Branch a Raleigh, Carolina del Nord. La presentazione è stata intitolata, “L’impatto di un nuovo cotone Bt su tripidi e le loro lesioni in piante di cotone.” La ricerca è stata in parte sostenuta dalla Società Monsanto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *